il panino vegetale

La sera di capodanno il profumo delle lenticchie si insinua in ogni meandro della casa, sbuca dai comignoli mischiato con il fumo. Sa di coccole, amici e cotechino. Ma è mai possibile che su 365 giorni io possa godere solo l’ultimo? Ecco una ricetta facile, veloce, appetitosa, da tutti i giorni. Perfetta anche per i vegetariani.

veggie_burger-550x220

INGREDIENTI per una persona

  • Pepe nero: 1 pizzico
  • Sale fino: quanto basta
  • Paprika dolce: quanto basta
  • Pangrattato: 20 gr
  • Uova: 1
  • Lenticchie: 100 gr
  • Erba cipollina: 2 gr
  • Pane rosetta: 1
  • Pomodoro: 1 cuore di bue
  • Lattuga: 2 foglie
  • Sottiletta: 1

FACOLTATIVO

  • Maionese
  • Rubra
  • Vodka

La scelta della lenticchia non è questione da poco. La ricerca della lenticchia perfetta è quasi come la ricerca del Sacro Graal, data l’enorme varietà di questo legume. Le mie preferite sono le lenticchie di Ustica, tenere e piccoline. Data la difficoltà di trovarle mi “accontento” spesso delle sorelle maggiori – per dimensioni – le lenticchie di Altamura. Quando è possibile semplificarsi la vita, perché non farlo? Le lenticchie sfuse devono essere mondate con attenzione, per evitare problemi le compro confezionate. Per prima cosa metto le lenticchiette verdi in un recipiente e le annego in acqua fredda. Dopo due ore saranno morbide e gommose, pronte per essere cotte. Due ore libere non sono cosa da poco. “Sto cucinando” – grido dalla cucina – e mi rendo irreperibile per qualsiasi altra faccenda domestica. Poco prima dello scoccare del tempo metto sul fuoco una pentola d’acqua salata e prendo il pangrattato. Tuffo le lenticchie nell’acqua bollente, minimo quindici minuti (guardo il tempo di cottura) e sono pronte per essere scolate. Il frullatore fagocita i legumi, l’uovo – il tuorlo e l’albume –, il pangrattato e l’erba cipollina. Quando tutto è omogeneo aggiungo paprika, sale e pepe e frullo ancora. Pasticcio il composto ottenuto fino a dargli la forma di un hamburger di carne. La padella con l’olio extravergine a fuoco medio fa il resto: quattro minuti per lato e voilà i veggie burger. Taglio in due il panino – rosetta croccante e fragrante –, appoggio la sottiletta, le foglie di insalata, il burger, due fettine di pomodoro e il coperchio di pane. Se voglio renderlo ancora più gourmet una spennellata di salsa rosa – maionese e rubra in uguale quantità e una goccia di vodka – tra il veggie burger e il pomodoro è la scelta vincente. Prima di addentarlo tiro fuori dal frigo una birra bianca, belga, ghiacciata.

TESTO Maddalena Martinasso

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...